Dicembre 2019, Senza categoria

I LIBRI GIALLI

Quest’anno, noi ragazzi di 2°B, abbiamo affrontato un percorso sui libri gialli. La nostra professoressa di italiano ci ha dato un elenco di sei libri gialli tra cui sceglierne uno da leggere e poi da presentare alla classe.

I libri proposti partivano dai più semplici per ragazzi fino alle opere di Agata Christie ed erano i seguenti:

  • Il trio della dama nera: fa parte della collana Sherlock, Lupin e io. Questa serie racconta le avventure dei giovani Sherlock Holmes, Arsène Lupin e Irene Adler. La collana è scritta dall’italiano Alessandro Gatti sotto lo pseudonimo di Irene Adler. Il Trio della dama nera racconta di un avvenimento piuttosto macabro: il ritrovamento di un cadavere di un nobile benestante. Chissà chi risolverà il caso…
  • Omicidi per signorine: questo libro fa parte della collana Miss Detective scritta da Robin Stevens. Il libro racconta di due amiche che fondano una società investigativa durante l’anno scolastico in un collegio in Inghilterra. Hazel, una protagonista, trova nella palestra il cadavere della professoressa di scienze ma poco dopo, quando torna con l’amica Daisy, il cadavere è scomparso. Dov’è finito? Prova a controllare nel ripostiglio…
  • L’occhio del corvo: è scritto da Shane Peacock. In questo libro il giovane Sherlock Holmes indaga sulla morte di una ragazza avvenuta in un vicolo nella periferia della città. Solo un corvo però era sulla scena del delitto. Riuscirà Holmes a risolvere il suo primo caso?
  • La prima indagine di Theodore Boone: fa parte di una collana scritta da John Grisham. Il tredicenne Theodore Boone venne a conoscenza di un signore accusato di aver strangolato sua moglie. Tutti pensavano che questo signore fosse l’omicida ma le prove faticavano a mettersi insieme. Theodore inizia ad occuparsi del caso e incontra un testimone che ha visto l’omicida nel luogo del delitto, ma egli non può parlare…
  • Dieci piccoli indiani: un grande classico di Agata Christie. Queste dieci persone vengono chiamate a passare una vacanza a Nigger Island. Una dopo l’altra però muoiono tutte, chi è l’assassino?
  • Assassinio sull’Orient Express: altro classico di Agata Christie. Dodici passeggeri, dodici coltellate, un fazzoletto ricamato, un portapipe e un biglietto. Poirot con questi indizi riuscirà a scoprire il colpevole?

La prof. ci ha dato più di un mese di tempo per leggere il libro e costruire un modellino per spiegare alla classe la trama del libro, senza però dire il colpevole! Le esposizioni sono state divertenti e creative e ho notato che i libri più letti sono stati quelli della Christie: Dieci piccoli indiani e Assassinio sull’Orient Express.

Con questo progetto molti di noi si sono appassionati ai libri gialli: suspence, delitto e indizi. Vuoi diventare più bravo di Sherlock Holmes capendo fin dal primo istante il colpevole? Leggili!

Martina Locati 2°B

orientALCUNE PIACEVOLI LETTURE

Durante l’anno scolastico, la nostra prof di italiano assegna a noi ragazzi un elenco di libri di un genere testuale specifico. Noi possiamo scegliere di leggere uno o più libri di quell’elenco. Dopo la lettura del libro, dobbiamo scrivere una scheda libro particolare, perché non dobbiamo semplicemente fare un riassunto o altre cose noiose, ma dobbiamo raccontare la frase che ci ha colpito di più, il nostro episodio preferito ed esprimere il commento personale. Inoltre è sempre bello perché alla fine della lettura ogni compagno di classe presenta il libro letto con un oggetto o un cartellone creativo. Ognuno poi può decidere di spiegare quello che gli è piaciuto di più: l’intera storia, la frase, l’episodio preferito… ovviamente accompagnato da una sua invenzione!

All’inizio dell’anno abbiamo scelto uno tra i libri gialli proposti e poi abbiamo realizzato un modellino o un cartellone che rappresentasse il crimine commesso. Ovviamente potevamo scegliere di leggere il libro che ci piaceva di più (più complesso o anche più semplice)sherlock-holmes-147255_1280

Mi piace sempre quando esponiamo i nostri lavori perché possiamo liberare la fantasia quanto vogliamo! Ora abbiamo iniziato a leggere il diario di Anna Frank, che collegheremo poi alla giornata della memoria.

Consiglio a tutti di provare a leggere sempre un libro nel tempo libero, perché ci libera la mente e possiamo anche arricchire il nostro vocabolario con nuove parole!

Buona lettura…

Francesca Denna 2°B

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...