Dicembre 2019, Senza categoria

SUL FINIRE DELL’INFINITO

Noi ragazzi di 3^A abbiamo deciso di interpretare la poesia più famosa di Giacomo Leopardi, L’Infinito, a modo nostro, in occasione dei 200 anni dalla sua scrittura.
Dopo aver studiato Leopardi, il suo pensiero e le sue opere nelle ore di letteratura, ci siamo messi all’opera con la prof di arte. Alcuni di noi si sono occupati del titolo e dei versi della poesia interpretando, attraverso le immagini, le parole del poeta di Recanati, altri hanno creato una siepe (quante foglie ci sono volute per poterla realizzare!), altri ancora hanno dato vita al poeta stesso, immaginandolo con una doppia personalità: da una parte triste, cupo e piccolo (come a volte ce lo siamo immaginati), dall’altra colorato e pronto a spiccare il volo grazie alle farfalle presenti sul suo corpo (come forse avrebbe tanto voluto fare!).
Infine alcuni nostri compagni si sono occupati del video, che potete trovare in allegato: hanno fotografato i nostri lavori e hanno recitato la poesia.
Pensavate che Leopardi fosse noioso vero? Beh, non per noi!

I ragazzi di 3^A

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...