Febbraio 2019, Senza categoria

NETIQUETTE

La netiquette è una parola che unisce il vocabolo inglese network (rete) e quello francese étiquette (buona educazione). È un insieme di regole informali che disciplinano il buon comportamento di un utente sul web di Internet, specie nel rapportarsi agli altri utenti.

Noi ragazzi di 2^A abbiamo creato il nostro decalogo per comportarsi in modo corretto quando si è connessi.

  • Non instaurare legami forti con gente conosciuta online e non diffondere i tuoi dati personali
  • Non insultare le persone sui social per le loro opinioni o caratteristiche
  • Non diffondere video o foto delle persone senza il loro permesso
  • Non creare account falsi per fingerti altri utenti e ottenere informazioni private
  • Pensa sempre prima di scrivere: ciò che viene pubblicato online non si può più eliminare
  • Difendi e supporta chi è vittima di cyberbullismo senza farti influenzare dalle opinioni del bullo
  • Se vedi online episodi di cyberbullismo riferisciti ad una persona adulta di cui ti fidi o alle autorità competenti
  • Se sei un testimone aiuta il bullo ad essere empatico
  • Se sei vittima di cyberbullismo non aver paura di denunciare l’accaduto
  • Usa la testa e non la violenza: non abbassarti al livello del bullo
Annunci
Febbraio 2019, Senza categoria

Università Bocconi

GIOCHI MATEMATICI D’AUTUNNO – GARA DI ISTITUTO

ragazziÈ una tradizione che arriva a noi con una storia di quasi quattromila anni. Stiamo parlando dei divertimenti a carattere matematico e logico. È una tradizione che ha potuto trasmettersi di generazione in generazione e di civiltà in civiltà grazie alle grandi menti scientifiche che per “rilassarsi”, ma anche per puro piacere, hanno dedicato un po’ del loro tempo a quelle che alcuni possono considerare delle semplici “curiosità”. Nella biblioteca di Albert Einstein, per esempio, c’era tutto un settore dedicato alle opere di giochi matematici. (…) Lewis Carroll, Hamilton, Lagrange, Eulero, Cartesio, Pascal, Fermat, Cardano, Viéte, Fibonacci, Alcuino, Diofanto, Archimede, ecc.: per queste grandi menti i “passatempi matematici” non furono solo un momento di divertimento, ma anche una potente fonte di ispirazione.”

                                                            I VINCITORI

                                                           C1

                                               Raffo Federica (8 esercizi)                       

                                                       Sartori Samuele

                                                      Denna Francesca

                                             C2

                                                      Salerio Lorenzo

                                                        Nesti Andrea

                                                       Miani Andrea

                    POTRANNO PARTECIPARE ALLE GARE SUCCESSIVE!

Febbraio 2019

L’ILIADE, MITO E GUERRA

Martedì 29 gennaio noi classi prime abbiamo fatto un’uscita didattica per andare a Milano aletto vedere lo spettacolo “L’Iliade, mito e guerra”.

Lo spettacolo si è svolto nel Piccolo Teatro di Milano.

La rappresentazione teatrale era un monologo, quindi recitava un singolo attore interpretando diversi personaggi.

Lo spettacolo è durato circa un’ora e venti minuti ed era diviso in tre parti.

La prima parte rappresentava Heinrich Schliemann alla ricerca di Troia. Heinrich Schliemann fu l’unico uomo che trovò una città databile all’epoca della guerra di Troia.

La seconda parte rappresentava il “Doctor Schliemann Show” dove c’era Schliemann che faceva il presentatore dello show e invitava alcuni Dèi Greci, come ad esempio Era e Apollo. Una volta arrivati, gli Dèi hanno cantato, parlato di pettegolezzi…

La terza parte, invece, rappresentava alcune parti dell’Iliade descritte in prima persona da alcuni personaggi presenti nell’Iliade stessa. Per esempio Agamennone (capo supremo della spedizione degli Achei) raccontava l’episodio dell’ira di Achille.

La trama è attuale perché, anche se l’Iliade racconta della guerra di un’altra epoca, i suoi personaggi possono essere i soldati, le donne, i padri e i figli coinvolti nelle guerre che ci sono ancora oggi.

Lo spettacolo mi è piaciuto molto perché l’attore era molto bravo e coinvolgente e a volte le scene facevano molto ridere.

Perché andare a vederlo? Ambientato in un’unica scena è coinvolgente perché l’unico attore interpreta tutti i personaggi e alcuni sono rappresentati in modo moderno, come Apollo rockettaro!rock

Alessandro Luraghi e Francesca Denna

Gennaio 2019, Senza categoria

“Stand by me” al cineforum della scuola

stan by meMercoledì 23 gennaio si è svolto il cineforum, un momento in cui alcuni ragazzi della scuola si riuniscono per guardare un film. Questa volta abbiamo visto   “Stand by me, ricordo di un’estate”, racconto di avventura piena di emozioni.

Il film parla di un’avventura compiuta da quattro amici Gordie, Chris, Teddy e Vern che partono insieme per un viaggio allo scopo di trovare il cadavere di un ragazzo di nome Ray, che è stato avvistato vicino al fiume. Per i quattro amici il viaggio diventa un’esperienza di crescita, piena di emozioni. Tutti i ragazzi vivono situazioni familiari differenti, tutte molto difficili e insieme si aiutano a superarle.

Dopo aver visto il film abbiamo avuto un momento di riflessione sull’amicizia e sugli amici veri, quelli cui puoi confidare tutto, quelli di cui puoi fidarti ciecamente. I ragazzi del film erano veri amici, ognuno conosceva le debolezze, le fragilità degli altri e i problemi che vivevano in famiglia.

Ognuno di noi dovrebbe avere un amico così con il quale potersi aprire senza paura di essere giudicato e al quale dare sostegno nei momenti difficili.

È stato un pomeriggio molto bello e divertente e non vedo l’ora del prossimo film!

Aurora Garegnani 2A

Dicembre 2018, Senza categoria

Il pomeriggio alla Maria Ausiliatrice

Il pomeriggio inizia alla fine delle lezioni, dove ci si reca nella sala pranzo. Finito di pranzare si ha una mezz’ora di gioco libero, dove ci si può rilassare, giocando sul campo a calcio, pallavolo oppure dentro la scuola a Ping Pong o a Calcio Balilla.
Finita la pausa ci si reca al doposcuola dove si possono fare i compiti, seguiti da alcuni assistenti oppure si possono seguire dei corsi, come: ECDL, Trinity, corso di pittura, coro, cineforum, corsi di madre lingua e di pianoforte.

Il corso di ECDL, a cui partecipo anch’io, ti Risultati immagini per IMMAGINI ECDL
prepara al superamento dei sette esami
necessari per avere il Patentino Europeo di
Informatica, si possono imparare tante cose
riguardanti i computer come per esempio
l’anno scorso abbiamo studiato la parte
riguardante Word e quest’anno stiamo
facendo Online Essential. Il corso si sviluppa
sui tre anni scolastici

         Il Trinity è una certificazione a livello Risultati immagini per TRINITY COLLEGE LONDON IN INGLESE CERTIFICATO
Europeo tramite un esame, che attesta il
livello di conoscenza della lingua Inglese,
ci saranno delle lezioni in preparazione
a questo esame, io quest’anno sosterrò
il primo esame.

 

Durante il corso di pittura si  Risultati immagini per CORSO DI PITTURAapprofondiscono argomenti e conoscenza del disegno e della
pittura.

 

Il corso di Coro è tenuto dal professore di Musica e si studiano gli aspetti della musica legati al canto, preparando canzoni da eseguire a fine anno ad un concorso canoro, il Festival di Montecatini, dove cori di tutta Italia e cori
stranieri si sfidano.

                                                      Cineforum, 2 volte l’anno si vedono dei film su argomenti    attuali e li si commentano. Quest’ anno Risultati immagini per QUEL PAZZO VENERDìabbiamo visto “Quel Pazzo Venerdì”, che parlava
del difficile rapporto che ci può essere alla nostra
età con i propri genitori.

 

 

 

 

Nel corso di Madre Lingua , come dice la parola, Risultati immagini per MADRELINGUA SCHOOL OF ENGLISH
si approfondiscono le lingue straniere, diviso in
livelli, le lingue sono inglese e spagnolo
L’anno scorso io l’ho fatto ed è stato molto utile
e interessante.

 

Il corso di Pianoforte sono lezioni singole dove Risultati immagini per PIANOFORTE
si impara a suonare il pianoforte e a fine anno si fa un concerto

Tutte queste attività sono svolte nel corso dell’anno scolastico in diversi mesi, non tutti i corsi hanno la stessa durata, ma tutti i corsi sono tenuti da professori esperti sulla materia trattata e disponibili.

La a disponibilità del doposcuola è fino alla 18.30, con un intervallo a metà pomeriggio.

Ugazio Simone 2°A

Novembre 2018, Senza categoria

IMA CASTELLANZA “IN BACHECA”

locandina

Sono Andrea e per questo mio primo articolo ho pensato di rifarmi ad una fotografia pubblicata in “Bacheca” sul sito della nostra scuola: l’Istituto Maria Ausiliatrice di Castellanza.  Guarda caso questa foto, che altro non è se non il cartellone che pubblicizza gli “Open day” di novembre e gennaio, ritrae, tra gli altri, anche alcune mie compagne di classe. Sono tutti sorridenti e felici; io credo che il perché sia da ricercare proprio nelle caratteristiche della nostra scuola, fra le quali spiccano lo spirito salesiano di condivisione e aiuto reciproco. L’open day è l’occasione giusta per farlo conoscere anche ad altri ragazzi e ai loro genitori ed è un bel momento da vivere insieme.

Sul cartellone sono presenti altre fotografie: la prima ritrae una delle nostre aule in cui è possibile vedere la “LIM”, la lavagna interattiva che è presente in tutte le aule e ci aiuta nello svolgimento del lavoro in classe.  Una seconda foto ritrae il “Vocal dreams”, ovvero il coro dell’istituto che ci ha dato tante soddisfazioni: ha persino vinto il concorso come miglior coro della Lombardia. L’ultima immagine ritrae l’aula di informatica che serve per le ore di informatica appunto e per il corso di “ECDL”, la patente europea del computer, che frequento anch’io. Con questo articolo, spero di aver dato un’idea di alcune delle attività che si possono svolgere della nostra scuola; ci sarebbe tanto altro da dire, ma mi terrò qualcosa per il prossimo articolo. Spero anche di poter conoscere tanti visitatori agli open day e che tanti scelgano L’IMA di Castellanza come scuola da frequentare: tutti possono dare un contributo per rendere sempre più bello il nostro istituto.

Andrea Bellemo